Caponata light

PRESENTAZIONE:

La caponata, piatto tipico della cucina siciliana, prevede un tripudio di verdure in cui le melanzane, tradizionalmente fritte, ne rappresentano l’ingrediente principale. In questa ricetta, la versione light di questo buon contorno o piatto unico se dir si voglia!

DIFFICOLTÀ: molto facile
COSTO: medio
TEMPO DI PREPARAZIONE: 35′

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

  • 1 ciuffo di basilico
  • 40 g di capperi
  • 700 g di melanzane
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 75 g di olive nere
  • q.b. di pepe
  • 30 g di pinoli
  • 300 g di pomodori ramato
  • 1 presa di sale grosso
  • 300 g di sedano
  • 1 pizzico di Sale

 

PREPARAZIONE:

Mondare le melanzane: lavarle per bene, rimuovere il picciolo, tagliarle a fette dallo spessore di 1,5 cm circa e ricavarne dei cubetti. Disporre la dadolata di melanzane su uno scolapasta: aggiungere una presa di sale grosso e lasciar sgocciolare: in questo modo, le melanzane perderanno l’acqua in eccesso e, con essa, anche il tipico retrogusto amarognolo. Lasciar sgocciolare le melanzane almeno un’oretta.

Nel frattempo, sbucciare i pomodori. Per facilitare l’operazione, incidere l’estremità opposta al picciolo con un taglio a croce e tuffare i pomodori in acqua bollente per una decina di secondi. Rimuovere i pomodori dall’acqua e sbucciarli. Tagliarli a pezzetti e versarli in una casseruolina. Tostare i pinoli ed aggiungerli al pomodoro.

Dissalare i capperi, tagliare le olive a pezzetti ed aggiungere il tutto al pomodoro. Salare e pepare a piacere. Mondare il sedano e tagliarlo a piccoli pezzi. Unire il sedano al sugo, salare, pepare ed aggiungere un filo d’olio extravergine d’oliva. Far cuocere il tutto a fuoco dolce per 20-30 minuti. Sciacquare per bene le melanzane, asciugarle e rosolarle in una padella capiente, evitando di aggiungere troppo olio. Mantenere una fiamma vivace. Ultimare la cottura delle melanzane aggiungendo il sugo di pomodoro. Lasciar intiepidire le melanzane e servire in accompagnamento a qualche foglia di basilico fresco.

La ricetta originale prevede di servire la caponata fredda oppure a temperatura ambiente, mai bollente. È squisita da spalmare su crostini di pane o da degustare come contorno. In Sicilia si è soliti accompagnare la caponata con del pesce fritto: io ho provato anche questa versione e devo ammettere che l’accostamento è delizioso!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *